Il cuore della città medioevale

Piazza del Comune

La spaziata prospettiva e l'equilibrata armonia delle masse architettoniche che la compongono creano un  complesso monumentale decisamente suggestivo, facendola annoverare tra le più belle piazze medievali d'Italia. I monumenti che attorno ad essa si organizzano, Torrazzo, Cattedrale, Battistero, Palazzo Comunale e Loggia dei Militi, costituiscono la più alta espressione della civiltà comunale e rappresentano il simbolo stesso  della città nella duplice componente religiosa e civile.

Palazzo del Comune

Di fronte alla Cattedrale sorge il duecentesco Palazzo del Comune. Edificato nel 1206, prevedeva inizialmente un'unica grande sala per le riunioni del popolo. La struttura medievale del palazzo resta inalterata fino alla fine del XV secolo. Successivamente le trifore duecentesche vengono sostituite con finestre rettangolari e viene aggiunto il nuovo arengario in marmo addossato al pilastro centrale della facciata.  Tra le opere più importanti custodite nel Palazzo si segnalano: il Portale  della seconda metà del '500 nella sala dello scalone, le grandi tele  del Genovesino, del Malosso e del Boccaccino provenienti da chiese cittadine demolite ed il calco in gesso della Porta Stanga (l'originale è al Louvre) nella sala del consiglio.

Il Torrazzo

La torre campanaria, il “Torrazzo”, domina con le sue eccezionali proporzioni l'intero spazio urbano della piazza, tanto da assurgere a simbolo della città stessa. Alto oltre 110m, la prima struttura, edificata nel XIII sec.  arriva alla merlatura, la seconda, che si sovrappone fino al coronamento, venne completata nel 1305.
La cella campanaria del torrazzo racchiude 7 campane, ognuna  dedicata ad un santo, compreso il protettore della città: S. Omobono. L’orologio astronomico del campanile è ancora quello originale installato nel 1583: il suo gigantesco e complesso congegno (visitabile) segna le ore, i giorni, i mesi, le fasi lunari, le eclissi di sole e di luna, le congiunzioni zodiacali. La salita al Torrazzo è decisamente suggestiva e consigliabile per il magnifico panorama sull’intera città, sul fiume Po e sulla campagna circostante. 

Cattedrale e Battistero

La Cattedrale, che per grandiosità, bellezza ed importanza artistica risulta tra i più insigni monumenti dell'Italia settentrionale, domina la piazza con l'imponente e luminosa facciata marmorea. Le vicende storiche della sua costruzione (intrapresa nel 1107) furono assai complesse e di ogni epoca si trovano tracce: all'originario impianto romanico  si aggiungono rielaborazioni gotiche, rinascimentali e barocche, ed il risultato è un insieme composito in cui i singoli elementi stilistici  si fondano armonicamente insieme.
Il patrimonio decorativo ed artistico dell'interno è di assoluto interesse: la navata centrale è impreziosita da un intero ciclo di affreschi che illustrano gli episodi salienti della vita della Vergine e di Cristo ad opera  di  Boccaccino, Bembo, Melone, Romanino, Pordenone. Tele, pale ed affreschi ancora dei Campi, Gatti, Malosso, le tarsie del coro intarsiate dal Platina e molti altri capolavori arricchiscono gli spazi della chiesa.   
Il battistero, romanico a pianta ottagonale, viene costruito nel 1167 e largamente rimaneggiato nel corso del Cinquecento. L’interno, di sobria e severa spazialità romanica, è sovrastato da una grande cupola in cotto ad otto spicchi.

Loggia dei Militi

Affacciata sulla Piazza del Comune, di fronte alla Cattedrale sorge la Loggia dei Militi, così chiamata perché luogo destinato alle riunioni dei comandanti delle Milizie cittadine. L'elegante edificio a pianta quadrangolare e finestre ogivali,  porticato riporta murata una lapide con al centro il Gonfalone del comune che ricorda la fondazione nel 1292. In origine la struttura, che doveva essere aperta anche sugli altri due lati, presentava una scala esterna, demolita nel 1871, che portava al piano rialzato dove, a partire dal XVI secolo, si insediò il Collegio dei Giureconsulti.


Scopri di più sulla città al sito http://turismo.comune.cremona.it/it